blocco totale sito
slogan modified 2013

Prossimo evento:

No event found.
AddThis Social Bookmark Button

UN ANNO ALL’INSEGNA DEL DONO

AddThis Social Bookmark Button

LA MIA VITA IN TE, UN ANNO ALL'INSEGNA DEL DONO

Bilancio 2012-2013 positivo per il progetto sostenuto dal Bando

Volontariato: tra le iniziative 123 incontri nelle scuole, 43 banchetti informativi sul territorio, 6 eventi pubblici per promuovere la donazione

MANTOVA, 11 OTTOBRE 2013 - Un anno di incontri informativi e formativi, manifestazioni, iniziative di comunicazione per promuovere la cultura del dono di midollo osseo, organi, tessuti, cellule e sangue. Il bilancio dell'attività svolta dal settembre 2012 ad oggi nell'ambito del progetto LA MIA VITA IN TE (www.lamiavitainte.it) riporta esperienze significative dal punto di vista del coinvolgimento dei volontari, della partecipazione della cittadinanza e dei risultati ottenuti in termini di sensibilizzazione sulla tematica proposta. Numerose occasioni che hanno favorito anche il consolidamento di una preziosa rete di rapporti tra i soggetti coinvolti nel progetto, premiato all'interno del BANDO VOLONTARIATO 2012 promosso da Co.Ge, CSV Lombardia e Fondazione Cariplo. Il bilancio è stato presentato questa mattina all'Istituto Tecnico Superiore E. Fermi di Mantova e ha visto la partecipazione del direttore sanitario dell'ASL Maurizio Galavotti, le referenti Asl per il progetto La mia vita in te Nicoletta Speziali e Letizia Marchetti, la referente del progetto Educazione alla Salute dell'Istituto Fermi Cristina Zappi, la studentessa dell'Istituto Eleonora Lenotti, Alessandro Botteri (Avis), il medico legale dell'Azienda Ospedaliera Carlo Poma Daniela Rastelli, la dirigente scolastica dell'Istituto Comprensivo di Asola Luisa Bartoli, Lorna Campari (in rappresentanza delle associazioni del dono), Vanni Corghi (Abeo), Antonella Marradi (Aido).

Molto sentita la testimonianza della studentessa e donatrice Avis Eleonora Lenotti: "Sono diventata donatrice dal febbraio 2013 e, come me, molti altri ragazzi hanno scelto questa strada grazie agli interventi informativi e formativi che si sono tenuti nel nostro istituto nell'ambito del progetto La Mia Vita in Te. Si tratta di un impegno importantissimo, perché con un gesto semplice si possono salvare delle vite".

 

Le iniziative sono state realizzate sul territorio della provincia di Mantova grazie al finanziamento ottenuto tramite il Bando del Volontariato e ai fondi derivanti dall'attività di fundraising.

 

-          123 incontri formativi e informativi nelle scuole, per un totale di 2.664 studenti contattati;

-          14 incontri informativi, formativi e di accompagnamento sui distretti per un totale di 244 volontari coinvolti;

-          43 banchetti informativi nell'ambito di manifestazioni rivolte alla comunità programmate dagli enti locali ;

-          6 manifestazioni dedicate alla promozione del progetto e alla raccolta fondi, per un ricavato di circa 2.485 euro;

-          6 incontri con i ragazzi di scuole secondaria di primo grado, grest e parrocchie aggiuntivi rispetto a quelli programmati dal tavolo nell'ambito del Progetto Scuola;

-          27 riunioni esecutive tra i soggetti coinvolti nel progetto: le associazioni di volontariato ABEO, ADMO, AIDO e AVIS, ASL Mantova, Azienda Ospedaliera Carlo Poma, Ufficio Scolastico Territoriale, Provincia di Mantova e CSVM;

-          5 incontri con i gruppi distrettuali di promozione della salute ASL;

-          2 incontri con le consulte e i tavoli dei piani di zona;

-          5 conferenze stampa;

-          151 nuovi potenziali donatori di midollo osseo;

-          1.376 nuovi donatori di sangue;

-          454 nuovi potenziali donatori di organi.

-          10 nuove dichiarazioni di volontà registrate dall'Asl presso il Cnt.

L'attività di sensibilizzazione ha previsto inoltre la diffusione di comunicati stampa, materiale informativo (poster, pieghevoli, locandine, una brochure sulla donazione del cordone ombelicale) e un video promozionale realizzato dagli studenti della classe IVA del Liceo Scientifico Belfiore che si sono calati nel ruolo di attori, registi e videomaker. Lo spot prodotto dai ragazzi è stato trasmesso anche nelle sale cinematografiche di Mantova.

 

LE GIORNATE MANTOVANE DELLA DONAZIONE

Tra le iniziative più significative si ricordano Le giornate mantovane della donazione, che si sono svolte il 14, 15 e 16 giugno di quest'anno. Una tre giorni di iniziative pensate per coinvolgere varie fasce della popolazione, così da diffondere in modo capillare e su più livelli la cultura del dono: i professionisti della sanità, i volontari, i giovani e i cittadini di tutte le età.

Il programma prevedeva il 14 giugno, all'AvisPark di Cerese di Virgilio,
il convegno dal titolo ‘La donazione e raccolta di cellule staminali da cordone ombelicale: l'esperienza di Mantova'. Un evento formativo destinato a medici, biologi, tecnici di laboratorio, infermieri, ostetriche, assistenti sanitari. Un aggiornamento sullo stato dell'arte riguardo alla selezione delle donatrici di sangue cordonale, la raccolta, conservazione e validazione delle cellule staminali da sangue cordonale.

Il 15 giugno, al Chiringuito, Serata giovani: aperitivo con i ragazzi degli istituti superiori mantovani. I ragazzi del Liceo Belfiore e del Liceo Virgilio hanno gestito nel privé del locale uno spazio informativo sulla donazione. A seguire una cena con le migliori hit radiofoniche.

Domenica 16 giugno, infine, Camminata del dono, un percorso di 5 km in città con la possibilità di ricevere informazioni per diventare donatori e iscriversi ai gruppi di cammino e alle associazioni organizzatrici.

 

IL PROGETTO SCUOLA

Altro progetto di rilievo è quello dedicato alla sensibilizzazione dei ragazzi del quarto e quinto anno delle scuole superiori attraverso una serie di incontri formativi e informativi, che nell'anno scolastico 2012-2013 sono stati 123, per un totale di 2.664 studenti contattati. Destinari numerosi istituti della città di Mantova (Mantegna, Virgilio, Belfiore, Contardo Ferrini, Bonomi Mazzolari, Itis, Manzoni, Isabella d'Este, Strozzi) e della Provincia, quali il Centro di Formazione Professionale ed il Gonzaga di Castiglione delle Stiviere, il Falcone di Asola, l'Istituto Sanfeliceo di Viadana, lo Strozzi di Palidano, il Liceo artistico di Guidizzolo, il Greggiati di Ostiglia, l'Istituto Galilei di Sermide, il Manzoni e l'Istituto Arti e Mestieri  di Suzzara.

Oltre agli incontri con le ultime due classi delle scuole secondarie di secondo grado, quest'anno la partecipazione al progetto si è ampliata attraverso iniziative nuove quali assemblee d'istituto, tenute al Virgilio ed allo Strozzi a Mantova, e la creazione dello spot sul tema della donazione da parte dei ragazzi del Belfiore.

Si segnala infine Passando di fiore in fiore, percorso proposto in via sperimentale agli insegnanti e agli alunni della Direzione Didattica di Asola e Castel Goffredo a partire dall'anno scolastico 2012-2013: l'obiettivo è estendere il progetto in tutte le scuole d'infanzia e primarie della Provincia, quale veicolo di promozione della cultura della donazione. La sperimentazione ha coinvolto circa 800 alunni. L'Ufficio Scolastico Territoriale di Mantova ha proposto agli insegnanti, ai bambini e alle loro famiglie questo strumento didattico per introdurre un argomento serio e complesso come quello della donazione. Ad ogni alunno è stata consegnata una cartelletta da usare come contenitore dei lavori personali sul progetto. Lo strumento didattico poteva essere adattato ai programmi degli insegnanti attraverso laboratori e attività espressive. Allegata alla cartelletta la favola di "Mielina e la potente medicina".


HEI TU! HAI MIDOLLO?

AddThis Social Bookmark Button

Sabato 28 Settembre LA MIA VITA IN TE scende di nuovo in piazza Mantova in occasione della giornata nazionale per la donazione di midollo osseo con la manifestazione HEI TU! HAI MIDOLLO?. Ci troverete dalle 9.00 alle 19.00 sul Lungorio IV Novembre e in Piazza Martiri con i gazebo delle associazioni del dono ABEO, ADMO, AIDO e AVIS dove daremo informazioni sulla donazione di midollo osseo, organi e sangue. I Clown VIP Verona onlus animeranno le piazze con truccabimbi, palloncini, giochi e spettacoli. In programma, inoltre, ci saranno:

  • alle 17.00 dimostrazione di Zumba© con il gruppo Crazy Crew di Sara Sbronzeri;
  • alle 18.00 Stefy e Sebastiano della scuola Latin Dance Machine con salsa, bachata e kizomba.
VI ASPETTIAMO!!!
Di seguito il comunicato

SABATO 28 SETTEMBRE 2013
GIORNATA NAZIONALE PER LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO
“HEI TU! HAI MIDOLLO?”

volantinomantova28settembre

 

Sabato 28 settembre 2013 ricorre la giornata nazionale di sensibilizzazione alla donazione di midollo osseo. In molte piazze d’Italia i clown di corsia dell’Associazione Vip Italia Onlus e i volontari ADMO (Associazione Donatori di Midollo Osseo) saranno a disposizione per chiunque volesse conoscere meglio il mondo della donazione, grazie al quale ogni anno vengono salvati migliaia di malati di leucemia e altre gravi malattie del sangue. Per alcune malattie come leucemie, linfomi e talassemie, il trapianto di midollo osseo è una soluzione priva di alternative. Molte speranze di vita sono legate all'esistenza di un elevato numero di giovani (età compresa tra i 18-40 anni) disposte a candidarsi come potenziali donatori: per il malato in attesa di trapianto infatti la possibilità reale di trovare un donatore purtroppo è molto bassa, solo 1:100.000, se si esclude l’ambito famigliare in cui la compatibilità è del 25%. Questo rende indispensabile cercare costantemente nuovi potenziali donatori.


Mantova aderisce all’iniziativa per il terzo anno consecutivo. Il reclutamento dei donatori di midollo osseo è un’attività delicata che richiede una spiegazione accurata e precisa della procedura di iscrizione e di donazione, per questo al banchetto saranno presenti volontari appositamente formati. L’attività di informazione alla cittadinanza è fondamentale per accrescere il numero di potenziali donatori e a Mantova le numerose attività legate al progetto LA MIA VITA IN TE e la costanza dei volontari stanno portando ottimi risultati: nel 2009 i nuovi iscritti al Registro sono stati 59; 74 le nuove iscrizioni del 2010; 100 nel 2011; 116 nel 2012. In pratica le nuove iscrizioni sono quasi raddoppiate nell’arco di quattro anni, anche grazie all’evento “Ehi tu! Hai midollo?”, permettendo di limitare al massimo le perdite dovute alle dimissioni, ovvero a chi, per sopraggiunti limiti di età o per inidoneità, è stato dimesso dal Registro dei donatori di midollo osseo.

Il 28 settembre 2013 dalle 9.00 alle 19.00 sul Lungorio IV Novembre e in Piazza Martiri saranno allestiti i gazebo delle associazioni del dono ABEO, ADMO, AIDO e AVIS per fare informazione sulla donazione di midollo osseo, organi e sangue e promuovere il progetto 'La mia vita in te' realizzato con Asl Mantova, Azienda Ospedaliera Carlo Poma, Ufficio Scolastico Territoriale, Provincia di Mantova e CSVM. L'evento è patrocinato dal Comune di Mantova, realizzato da ADMO Mantova in collaborazione con i Clown VIP Verona onlus che animeranno le piazze con truccabimbi, palloncini, giochi e spettacoli. Alle 17.00 dimostrazione di Zumba© con il gruppo Crazy Crew di Sara Sbronzeri; alle 18.00 Stefy e Sebastiano della scuola Latin Dance Machine con salsa, bachata e kizomba.

Sponsor dell'evento: Gruppo TEA Mantova. Per info tel. 340 8488324

CHI E’ ADMO?

L'Associazione Donatori Midollo Osseo ha come scopo principale quello di informare la popolazione italiana sulla possibilità di combattere le leucemie, i linfomi, il mieloma e le altre neoplasie del sangue attraverso la donazione e il trapianto di midollo osseo. Sono molte le persone che ogni anno in Italia necessitano di trapianto, ma purtroppo la compatibilità genetica è un fattore molto raro, che ha maggiori probabilità di verificarsi tra consanguinei. Per coloro che non hanno un donatore consanguineo, la speranza di trovare un midollo compatibile per il trapianto è dunque legata all'esistenza del maggior numero possibile di donatori volontari tipizzati, dei quali cioè sono già note le caratteristiche genetiche, registrate in una banca dati.

Si valuta che in Italia siano necessari circa 1.000 nuovi donatori all'anno. Una stima che è destinata a subire un notevole aumento - se si tiene conto del fatto che il trapianto delle cellule staminali presenti nel midollo osseo è attualmente al centro di ricerche anche nel campo dei tumori solidi - mentre stanno diventando di routine alcune applicazioni in campo genetico, come nel caso delle talassemie. In questo panorama, ADMO svolge un ruolo fondamentale di stimolo e coordinamento: fornisce agli interessati tutte le informazioni sulla donazione del midollo osseo e invia i potenziali donatori ai Centri Donatori afferenti al Registro Italiano dei Donatori di Midollo (IBMDR), presso i quali, con un semplice prelievo del sangue, vengono tipizzati. I dati vengono sono poi gestiti da IBMDR nel più assoluto rispetto della normativa sulla privacy. Nel 1990, anno di nascita di ADMO, i donatori italiani erano 2.500.  A oggi gli iscritti sono oltre 370.000.

STORIA DEL PROGETTO "EHI, TU! Hai midollo?"

Il progetto “EHI, TU? Hai midollo?” (www.ehituhaimidollo.org) nasce nel 2010 da una collaborazione tra l'Associazione Pagiassi VIP Genova Onlus (www.pagiassi.it) e Admo Liguria (www.admoliguria.it), che il 18 settembre 2010, sono scesi in piazza, accompagnati dai medici trasfusionisti dell’Ospedale Galliera di Genova e dal personale specializzato del’IBMDR (Registro nazionale Italiano Donatori Midollo Osseo – www.ibmdr.galliera.it), per dare la possibilità ai giovani genovesi di fare il prelievo ematico necessario per iscriversi al Registro nazionale Donatori di Midollo Osseo.

LE TAPPE

Dopo il 18 settembre 2010, dove in sole 10 ore 142 giovani liguri hanno fatto il prelievo di sangue e sono diventati nuovi potenziali donatori di midollo osseo, il progetto si è allargato a tutte le sezioni ADMO distribuite sul territorio nazionale e a tutte le sedi della Federazione VIP ITALIA Onlus (www.vipitalia.org). Il 24 settembre 2011 l’evento “EHI, TU! Hai midollo?” è stato organizzato in più di 40 piazze italiane; 2700 clown le hanno colorate con la loro allegria e, insieme a centinaia tra medici e volontari ADMO, hanno contribuito ad aumentare la speranza di vita di tantissimi bambini, e non solo, in attesa di trapianto….trovando ben 1.859 nuovi donatori in 12 ore .

Il 22 settembre 2012 l'evento si è nuovamente ripetuto in tutta Italia e i nuovi donatori iscritti, per la maggioranza giovani, questa volta sono stati 3.175

I dati emersi dalle statistiche dell'IBMDR e comunicati ufficialmente non lasciano dubbi sul successo dell'iniziativa, che ha raccolto numerosissimi nuovi potenziali donatori sia in piazza sia nelle settimane successive, grazie all'eco diffuso dall'evento.

IL TRAPIANTO DI MIDOLLO OSSEO :

Per la maggior parte delle malattie oncoematologiche il trapianto di midollo osseo è l’unica via di guarigione, spesso priva di alternative. Molte speranze di vita sono quindi legate all'esistenza di un elevato numero di persone disposte a offrirsi, con un minimo sacrificio personale, come donatori di midollo osseo.

Solo 1/100.000 è la probabilità che un malato ematologico trovi un donatore compatibile fra un non familiare ed è per questo che è necessario avere tanti iscritti nel Registro nazionale Donatori di Midollo Osseo.

Ma cosa significa divenire donatore? Che tipo di impegno richiede? Cos'è e come si preleva il midollo osseo? Come avviene e a cosa serve il trapianto?

Spesso la mancata conoscenza di ciò che effettivamente comporta la scelta della donazione può creare preconcetti o timori immotivati: molti non sanno che per essere inseriti nella banca dati del Registro Nazionale Donatori di Midollo Osseo, e divenire così potenziali donatori, basta un semplice prelievo del sangue.

Sono donatori ideali tutti i giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni, destinatari del nostro Progetto.

Nel 2009 i nuovi donatori iscritti al Registro sono stati solo 8.492; da 2010 anno in cui è nato il progetto “Ehi tu! Hai midollo?” abbiamo iniziato a registrare un progressivo, tumultuoso incremento (nel 2010- 10.038, nel 2011- 11.582) fino ad arrivare allo scorso anno, 2012, in cui sono iscritti 13.320 nuovi potenziali donatori di midollo osseo!

OGGI UN VOLONTARIO SU DUE CHE GIUNGONO ALLA DONAZIONE VERA E PROPRIA PROVIENE DAL RECLUTAMENTO INIZIATO DAL 2010

Quest'anno la giornata si svolgerà nuovamente a livello nazionale il prossimo 28 settembre e l'obiettivo è quello di reclutare 5.000 nuovi potenziali donatori di midollo osseo!

 

Per il successo dell'iniziativa e ridare una speranza di vita a chi è meno fortunato di noi è fondamentale anche la Vostra collaborazione!

SAGRA DEL LUCCIO IN SALSA a Pozzolo

AddThis Social Bookmark Button

Da stasera, Giovedì 5 Settembre, a Lunedì 9 potrete trovarci alla tradizionale Sagra del Luccio in Salsa di Pozzolo.

Durante le serate raccoglieremo fondi in favore del progetto LA MIA VITA IN TE attraverso la tipica attività della vendita delle sedie. Vi aspettiamo numerosi!

Giochi in piscina a Porto Mantovano

AddThis Social Bookmark Button

Sabato 24 Agosto alla piscina comunale di Porto Mantovano a partire dalle ore 15 cominciano le sfide dei giochi in piscina. Combattete il caldo con LA MIA VITA IN TE,  iscrivetevi coi vostri amici ai tornei, individualmente o a squadre,  e raggiungeteci a Porto Mantovano. Scala 40, Ping Pong, Beach Volley, Tombola e gare in acqua... ce n'è per tutti i gusti!!!

 

INFO ED ISCRIZIONI: 340 848 8324

facebook_-1763368277

 

 

Attività scuole 2012-2013

AddThis Social Bookmark Button

SCUOLE, DALL'ASILO ALLE SUPERIORI SI PARLA DI DONAZIONE:
123 INCONTRI CON I RAGAZZI E UNA FAVOLA PER I PIU' PICCOLI

Concluso il ciclo di formazione del progetto La Mia Vita In Te: più di 2.600 i ragazzi contattati. Oltre 900 i maggiorenni disposti a diventare donatori.

Apprezzato anche il percorso per i bambini ‘Passando di fiore in fiore'

 

MANTOVA, 3 LUGLIO 2013 - Si è chiuso il ciclo di incontri formativi e informativi organizzato per sensibilizzare i ragazzi del quarto e quinto anno delle scuole superiori sul tema della donazione di midollo osseo, organi, tessuti e sangue. Si tratta di un percorso, al secondo anno di attuazione, promosso nell'ambito del progetto La mia Vita in te (www.lamiavitainte.it), realizzato in rete dalle associazioni del dono ABEO, ADMO, AIDO e AVIS, con ASL Mantova, Azienda Ospedaliera Carlo Poma, Ufficio Scolastico Provinciale, Provincia di Mantova e CSVM. L'obiettivo è promuovere la cultura della donazione sul territorio mantovano; si tratta della prima esperienza in Italia che vede la collaborazione, in un unico progetto, di tanti soggetti diversi. Gli studenti che hanno partecipato agli incontri hanno mostrato un vivo interesse nei confronti degli argomenti trattati e quasi la metà dei ragazzi delle quinte si sono detti disponibili a diventare donatori.

Molto apprezzato anche il progetto Passando di fiore in fiore, che utilizzando il linguaggio dei bambini si è servito di uno strumento didattico ideato per coinvolgere gli alunni dell'ultimo anno delle scuole d'infanzia e del primo ciclo delle scuole primarie in un percorso che veicolasse i valori universali della coesistenza: amicizia, amore e solidarietà. L'intento del progetto La mia Vita in te è quello di estendere le iniziative di sensibilizzazione agli istituti di ogni ordine e grado, così da diffondere in modo sempre più capillare la cultura del dono, coinvolgendo tutte le fasce d'età della cittadinanza mantovana.


GLI INCONTRI NELLE SCUOLE SUPERIORI

Gli incontri che si sono tenuti nell'anno scolastico 2012-2013 sono stati 123, per un totale di 2.664 studenti contattati. Merito di uno sforzo messo in campo dagli enti e dalle associazioni che aderiscono al tavolo di lavoro e del successo che l'iniziativa ha riscontrato al suo esordio. Destinari numerosi istituti della città di Mantova (Mantegna, Virgilio, Belfiore, Contardo Ferrini, Bonomi Mazzolari, Itis, Manzoni, Isabella d'Este, Strozzi) e della Provincia, quali il Centro di Formazione Professionale ed il Gonzaga di Castiglione delle Stiviere, il Falcone di Asola, l'Istituto Sanfeliceo di Viadana, lo Strozzi di Palidano, il Liceo artistico di Guidizzolo, il Greggiati di Ostiglia, l'Istituto Galilei di Sermide, il Manzoni e l'Istituto Arti e Mestieri  di Suzzara.

I questionari di gradimento

Sono stati raccolti 1.207 questionari di gradimento durante gli incontri formativi nelle classi quarte e 1.182 durante gli incontri informativi nelle quinte. Il 99 per cento degli studenti delle quarte ha giudicato pertinenti i temi trattati negli incontri formativi, il 99 per cento ha ritenuto utile la spiegazione dell'attività associativa e il 98 per cento ha trovato chiare le informazioni ricevute. Alcuni studenti continuerebbero il percorso con visite alle strutture di donazione (17,65 per cento), un approfondimento teorico (5,47 per cento) o un laboratorio di comunicazione per creare materiale di sensibilizzazione adatti ai coetanei (3,81 per cento).

Esperienza positiva anche per i ragazzi delle classi quinte. L'incontro con le associazioni del dono è stato giudicato dagli studenti più che buono, con una valutazione media di 3,42 su una scala da 1 a 4. Il 50,89 per cento ritiene che l'incontro abbia modificato le proprie convinzioni e il 57,64 che modificherà il proprio comportamento, segno che il focus sulle tematiche del dono ha avuto una ripercussione sulle coscienze e sulla sensibilità di oltre la metà degli studenti. Il 52,70 per cento dei rispondenti al questionario ha espresso la volontà di diventare donatore di sangue (109 studenti lo sono già), il 41,17 per cento vorrebbe conoscere meglio le associazioni ABEO e ADMO e il 57,18 per cento approfondirebbe la conoscenza di AIDO.

Oltre ai già sperimentati incontri con le ultime due classi delle scuole secondarie di secondo grado, quest'anno la partecipazione al progetto s'è ampliata attraverso iniziative nuove quali assemblee d'istituto, tenute al Virgilio ed allo Strozzi a Mantova, ed il completamento di un laboratorio di comunicazione con la creazione di uno spot sul tema della donazione realizzato dalla classe IVA del Belfiore.

 

PASSANDO DI FIORE IN FIORE

Il percorso è stato proposto in via sperimentale agli insegnanti e agli alunni della Direzione Didattica di Asola e Castel Goffredo a partire dall'anno scolastico 2012-2013: l'obiettivo è estendere il progetto in tutte le scuole d'infanzia e primarie della Provincia, quale veicolo di promozione della cultura della donazione. La sperimentazione ha coinvolto circa 800 alunni.

L'Ufficio Scolastico Territoriale di Mantova ha proposto agli insegnanti, ai bambini e alle loro famiglie questo strumento didattico per introdurre un argomento serio e complesso come quello della donazione. Ad ogni alunno è stata consegnata una cartelletta da usare come contenitore dei lavori personali sul progetto. Lo strumento didattico poteva essere adattato ai programmi degli insegnanti attraverso laboratori e attività espressive. La favola di "Mielina e la potente medicina", allegata alla cartelletta, è la storia, in rima, di un'apina ammalata. Le sorelline si danno da fare per aiutarla; gli ingredienti che utilizzano sono tre: l'amicizia, la solidarietà e l'amore. Queste api, alla ricerca dei tre ingredienti, incontrano anche personaggi diversi: il cane Raimondo che dona un pelo in segno di amicizia e con il quale le api fanno il lettino proprio a quest'ape ammalata; la bimba che dona una caramella, quella a cui era affezionata quella che le piaceva di più così da addolcire un pochino le giornate di Mielina e infine l'ape regina che da buona mamma, con grande amore, dona una piccola sostanza del suo osso. Questi tre ingredienti poi, ben lavorati dal dottor Favetto, riescono infine a guarire l'ape Mielina che quindi nuovamente riuscirà a volare "di fiore in fiore".

Durante le feste di chiusura dell'anno scolatisco, le Direzioni Didattiche di Asola e Castel Goffredo hanno mostrato ai genitori e alla cittadinanza i lavori svolti nell'ambito del progetto. Il 27 Maggio, nel corso di una serata al teatro tenda di Casaloldo, i bambini e gli insegnanti della scuola dell'infanzia ‘Nasinsù' hanno suonato e danzato accompagnati dalla fisarmonica di Felice Piazza, raccontando al pubblico le emozioni dell'avventura vissuta con l'Ape Mielina. Anche a Castel Goffredo, il 3 giugno al parco La Fontanella, dopo le feste delle singole classi, i bambini coinvolti nel percosro Passando di Fiore in Fiore hanno presentato i loro lavori agli operatori del progetto La Mia Vita in Te e al sindaco neoeletto. Gli elaborati sono stati poi esposti in una sala sotto i portici della piazza municipale. Il 5 Giugno, invece, festa con l'Ape Mielina per i bambini di Asola.


GIORNATE MANTOVANE DELLA DONAZIONE

AddThis Social Bookmark Button

Siamo lieti di annunciare l'organizzazione delle tre giornate mantovane della donazione.

Il 14, 15 e 16 Giugno vedranno impegnata la rete progettuale in una serie di iniziative volte a sensibilizzare l'opinione pubblica, i medici ed i giovani sul tema della donazione. Le attività previste saranno, nello specifico, un convegno riservato agli operatori sanitari sul tema della donazione del cordone ombelicale, una serata di chiusura anno scolastico per i ragazzi delle scuole superiori con aperitivo informativo e una camminata del dono nel centrocittà.

Questo il programma del convegno, accreditato ECM, che si terrà il 14 Giugno presso AVISPARK a Cerese di Virgilio dal titolo "La donazione e raccolta di cellule staminali da cordone ombelicale: l'esperienza di Mantova". Durante l'evento verrà presentato il materiale informativo sulla donazione del sangue cordonale creato dalla rete progettuale.

947153_520542881338843_1766551858_n

La serata destinata ai giovani si terrà la sera del 15 Giugno presso il Chiringuito a Mantova, via Parma 22. Si organizzerà un aperitivo informativo con spazi gestiti dai ragazzi delle scuole superiori che hanno svolto attività nell'ambito del progetto LA MIA VITA IN TE. Chi vorrà potrà prenotarsi per la cena a buffet (20€) o menu pizza (15€) e potrà fermarsi per l'intera serata senza pagare altri biglietti. L'ingresso non è consentito ai minori di 16 anni per le esigenze del locale. PRENOTATEVI AL NUMERO 3408488324 ENTRO MERCOLEDI 12 GIUGNO!

292427_520541764672288_632534505_n

Le tre giornate mantovane della donazione si chiuderanno con la CAMMINATA DEL DONO Domenica 16. Le iscrizioni si apriranno alle 8 presso Campo Canoa, la partenza è prevista per le ore 9. Il percorso avrà una lunghezza di 5 km nel centro di Mantova. All'arrivo i partecipanti troveranno tutte le informazioni sulle varie donazioni, avranno la possibilità di iscriversi ai gruppi di cammino e riceveranno un buono sconto da utilizzare presso gli stand gastronomici dell'Antica Fiera dei Mangiari che si svolgerà nella stessa giornata. La partecipazione è ad offerta libera.

LA MIA VITA IN TE promuove salute, una camminata con noi allunga la vita! VI ASPETTIAMO!! Wink

 

264554_520542031338928_1381899719_n

Su Radio Base l'intervista sulle tre giornate mantovane della donazione

AddThis Social Bookmark Button

Ascolta l'intervista

Francesca Pasolini intervista Lorna Campari, operatrice del progetto LA MIA VITA IN TE. Si parla delle tre giornate mantovane della donazione che si terranno questo fine settimana (14, 15 e 16 Giugno) e di cui vi ricordiamo il programma:

 

  • Venerdì 14 giugno, ore 14.30, Avis Park, Via Ghandi 3, Cerese di Virgilio: Convegno ‘La donazione e raccolta di cellule staminali da cordone ombelicale: l’esperienza di Mantova’. L’evento formativo è destinato a medici, biologi, tecnici di laboratorio, infermieri, ostetriche, assistenti sanitari. La donazione e raccolta di cellule staminali da sangue cordonale ad uso allogenico è un’attività strategica nell’ambito della medicina trasfusionale, dal momento che permette di raccogliere e tipizzare una grande quantità di cellule staminali fondamentali per la guarigione mediante trapianto di malattie oncoematologiche (ad esempio le leucemie acute) e malattie ematologiche (ad esempio la talassemia). Il convegno intende essere un aggiornamento sullo stato dell’arte riguardo alla selezione delle donatrici di sangue cordonale, la raccolta, conservazione e validazione delle cellule staminali da sangue cordonale. Verranno inoltre rappresentate le principali indicazioni cliniche per l’uso di tali cellule. Infine, verrà illustrata la situazione a Mantova riguardo la raccolta di sangue cordonale e le prospettive future di implementazione di queste attività.
  • Sabato 15 giugno, ore 20, Chiringuito, via Parma 2, Mantova. Serata giovani: aperitivo con i ragazzi degli istituti superiori mantovani. I ragazzi del Liceo Belfiore e del Liceo Virgilio gestiranno nel privé del locale uno spazio informativo sulla donazione. Gli studenti sono infatti coinvolti nel Progetto Scuola, che prevede una serie di incontri formativi e informativi nelle classi sempre nell’ambito del progetto La Mia Vita in Te. A seguire una cena (su prenotazione) e le migliori hit radiofoniche. Ingresso non consentito ai minori di 16 anni.
  • Domenica 16 giugno, ore 9, partenza da Campo Canoa, Mantova. Camminata del dono. Percorso di 5 km in città con apertura iscrizioni alle 8 e chiusura manifestazione alle 11.30. All’arrivo sarà possibile ricevere infomazioni per diventare donatori e iscriversi ai gruppi di cammino e alle associazioni che organizzano l’evento.

 

Di seguito iIl contenuto della conferenza stampa tenutasi il 7 Giugno 2013:
Luca Stucchi, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma sottolinea l’importanza di un progetto che diffonda sul territorio la cultura del dono: “Ringrazio i professionisti che, durante il convegno in programma all’Avsi Park, approfondiranno una tematica cruciale come quella della donazione e raccolta di cellule staminali da cordone ombelicale, facendo chiarezza in questo campo. Ringrazio anche i colleghi dell’Azienda Ospedaliera che si impegnano a divulgare l’argomento della donazione nelle scuole, facendo informazione con i giovani, potenziali futuri donatori. Sono grato, inoltre, ai volontari che come sempre svolgono la loro preziosa attività negli ospedali e, in questo caso, nell’ambito della sensibilizzazione della cittadinanza. Riconosco – conclude – il valore aggiunto che si ottiene quando i progetti vengono realizzati in partnership tra soggetti che lavorano per un unico obiettivo”.


“L’Asl di Mantova, come capofila del progetto, nell’ambito di quanto concordato e formalizzato nello specifico protocollo d’intesa sottoscritto da tutti gli attori – spiega Maurizio Galavotti, direttore sanitario Asl - collabora, sostiene e partecipa attivamente alla realizzazione di tutte le azioni e le iniziative. Il convegno, nello specifico, è una delle iniziative che risponde alla finalità del progetto: quella di promuovere la cultura della donazione sul territorio mantovano attraverso la realizzazione di una serie di eventi integrati su più fronti e attraverso canali diversi. L’argomento di cui tratta il Convegno per l’ASL comporta, in modo particolare, l’importante coinvolgimento delle ostetriche dei Consultori Familiari che ogni giorno, venendo a contatto con molte donne gravide, hanno la possibilità di sensibilizzarle per tempo sulla donazione del cordone ombelicale per la raccolta delle cellule staminali. Per quanto riguarda la ‘Camminata del Dono’ è da sottolineare l’importanza del coinvolgimento dei Gruppi di Cammino, la cui realizzazione rientra in un percorso progettuale promosso, già da qualche anno, dall’ASL nell’ambito della promozione di sani stili di vita, in collaborazione con i Comuni e con i Distretti Socio Sanitari”.

Lorna Campari, in rappresentanza delle associazioni di volontariato della Mia Vita in Te, precisa: “Il programma delle tre giornate è pensato per coinvolgere l’intera comunità, dai giovanissimi, alle famiglie, ai medici. Abbiamo chiesto la collaborazione o il patrocinio di enti, istituzioni e realtà mantovane che danno un valore aggiunto ad ogni evento, in relazione al target di riferimento. L’Ateltica Bancole e il Nordic Walking Mantova collaborano nell’organizzazione della camminata e l’Antica Fiera dei Mangiari, che si svolgerà sul lungolago proprio in quei giorni, regalerà ad ogni partecipante un buono sconto da utilizzare agli stand gastronomici. Il Comune di Mantova - continua - ci offre il patrocinio e la possibilità di effettuare la camminata in sicurezza per le vie cittadine. Per quanto riguarda la serata giovani organizzata dai ragazzi del Belfiore e del Virgilio, il Chiringuito mette a disposizione gratuitamente il privé per l’aperitivo informativo sulla donazione; abbiamo inoltre il sostegno dei due Istituti Scolastici, nei quali il nostro progetto è già avviato da tempo. Per quanto riguarda il convegno, che è il pezzo forte della tre giorni, è stato ottenuto il patrocinio dell'Ordine dei Medici, della Federazione Nazionale Collegi Ostetriche e della Federazione Nazionale Collegi Infermieri”

Sottolinea infine Massimo Franchini, direttore del Servizio Trasfusionale dell’Azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova: “Il convegno del 14 giugno rappresenta il risultato finale dell’importante collaborazione tra Azienda Ospedaliera, ASL e Associazioni di Volontariato per la promozione della donazione del sangue cordonale nell’ambito del Progetto La Mia Vita in Te. Attualmente, in Italia sono raccolte e tipizzate presso le 18 banche pubbliche autorizzate più di 35.000 unità di sangue cordonale, di cui più di 1300 (dati 2012) sono state utilizzate per la cura di altrettanti pazienti affetti da gravi patologie oncoematologiche ed ereditarie. Al convegno – continua - interverranno i maggiori esperti italiani nel settore e verrà presentato lo stato dell’arte sulla raccolta, conservazione ed utilizzo clinico delle cellule staminali da sangue cordonale. Verrà inoltre presentata l’attività di donazione e raccolta di Mantova e provincia. Il trapianto di cellule staminali cordonali rappresenta oggigiorno una consolidata possibilità terapeutica in grado di guarire pazienti affetti da leucemie, linfomi ed altre patologie considerate incurabili fino a pochi anni fa. Ogni neomamma, al momento del parto, può trasformare il cordone ombelicale che l'ha unita al suo bimbo in un dono per un altro essere vivente: vita che dà la vita”.

Ascolta l'intervista

POZZOLO: Raduno benefico

AddThis Social Bookmark Button

Sabato 8 Giugno, a partire dalle 19, si terrà una raccolta fondi in favore del Progetto LA MIA VITA IN TE a Pozzolo. La serata, inserita all'interno della festa della birra locale, ospiterà il terzo raduno di VESPE e LAMBRETTE, con assegnazione dei premi per la "più originale", la "più vecchia", e la "più lontana". Si potrà cenare presso i banchetti gastronomici Beer&Porc.

Appassionati di VESPA e LAMBRETTA, simpatizzanti de "La Mia Vita in Te", partecipate numerosi e spargete la voce!!!

954686_525475354178929_1085807805_n

Mielina

AddThis Social Bookmark Button
mielina2

Con l'avvicinarsi della fine delle scuole si sono tenute le feste di chiusura d'anno scolastico anche negli istituti dove è stata ospitata l'Ape Mielina, grazie al progetto "Passando di Fiore in Fiore".

20130603_104333

Le Direzioni Didattiche di Asola e Castel Goffredo hanno mostrato ai genitori e alla cittadinanza i lavori svolti nell'ambito del progetto.

mielina1

Il 27 Maggio alle 20.30 al teatro tenda di Casaloldo, i bambini della scuola dell'infanzia Nasinsù hanno festeggiato la fine dell'anno scolastico insieme all'ape Mielina. Insieme alle insegnanti che hanno sviluppato il progetto hanno suonato e danzato accompagnati dalla fisarmonica di Felice Piazza, raccontando al pubblico le emozioni dell'avventura vissuta con l'Ape Mielina.

Il 3 Giugno a Castel Goffredo, presso il parco La Fontanella, dopo le feste delle singole classi organizzate invitando anche i genitori, tutti i bambini coinvolti nel progetto "Passando di Fiore in Fiore" hanno presentato i loro tanti lavori non solo agli operatori del progetto La Mia Vita in Te, ma anche al Sindaco neoeletto. L'allestimento degli elaborati, curato nei dettagli dalle insegnanti, sarà spostatato per un'esposizione in una sala sotto i portici della piazza municipale che sarà aperta dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17 per una settimana.

Il 5 Giugno per l'Ape Mielina è stata la volta di volare dai bambini di Asola per ringraziarli di essersi presi cura di lei donandole Amicizia, Solidarietà e Amore.

A scuola di donazione con lo Strozzi di Mantova

AddThis Social Bookmark Button

935776_508092709250527_200269053_n

Anche lo Strozzi di Mantova aderisce al progetto La Mia Vita In Te grazie alla storia di Francesca e Matteo. L'idea di affrontare questa tematica è venuta dagli studenti che ci hanno contattati ed hanno gestito direttamente l'organizzazione dell'iniziativa incontrando la collaborazione e la disponibilità del loro dirigente Giordano Pachera e del Prof. Adriano Coaro che ha fatto da coordinatore. Il 18 Aprile la testimonianza di Francesca, colpita da mielodisplasia e trapiantata nel 2011, e del fratello donatore, Matteo, ha fatto da apripista per un dibattito sulla donazione che ha coinvolto un'ottantina di ragazzi delle classi terza e quarta dell’Istituto Tecnico Agrario “Strozzi” di Mantova.

Ringraziamo il Dirigente Pachera, il Prof. Coaro e gli studenti per la sensibilità mostrata sul tema e per l'ottima accoglienza che ci hanno riservato.

17326_508092939250504_782469267_n

Speriamo di poter proseguire la collaborazione con l'Istituto "Strozzi", nella cui sede di Palidano siamo presenti da anni, e nella sede di Mantova dove, dato l'interesse mostrato dagli studenti il 18 Aprile, contiamo di entrare l'anno prossimo con il nostro pacchetto dedicato al mondo delle scuole secondarie di secondo livello.

 

Leggi l'Articolo dell'Istituto

Uno Spot per La Mia Vita in Te

AddThis Social Bookmark Button

Attori, registi, cameramen: dai banchi di scuola alle videocamere per sensibilizzare i loro coetanei al dono. Sono i ragazzi della classe IV A del Liceo Scientifico Belfiore di Mantova, protagonisti di un laboratorio multimediale che li ha portati a realizzare uno spot di solidarietà nell'ambito del progetto La Mia Vita in Te. Obiettivi: avvicinare gli studenti ai valori del volontariato e sviluppare la loro creatività. Lo spot sarà proiettato gratuitamente nelle sale cinematografiche Cinecity e Ariston di Mantova dal 28 febbraio al 13 marzo; grazie alla collaborazione con APAM verrà trasmesso sul circuito del BUS-TV che comprende 48 autobus dei Comuni di Mantova, Virgilio, Porto Mantovano, Curtatone e San Giorgio, per 12.000 contatti giornalieri; verrà trasmesso sulla web TV Mantova.TV; inoltre verrà inserito sul sito internet www.lamiavitainte.it e utilizzato durante gli incontri in classe con gli studenti degli Istituti superiori.

Il percorso formativo proposto agli alunni è una delle attività previste dal progetto La Mia Vita in Te nell'ambito del Bando del Volontariato 2012, che finanzia i costi di produzione dello spot. I ragazzi, guidati dai professionisti dell'agenzia Perhaps che ha prodotto il video, dalla loro insegnante Marina Pini e da un tutor referente del progetto, hanno creato inizialmente diversi soggetti; quello scelto è stato analizzato, sviluppato e rappresentato graficamente attraverso uno storyboard. Oltre ad essere gli ideatori del soggetto, i ragazzi hanno recitato per lo spot e si sono occupati del montaggio del video e della post-produzione.

Il soggetto e lo storyboard, creati con un linguaggio adatto a parlare al mondo giovanile, sono stati approvati dalle associazioni e dalle Istituzioni che operano nel progetto La Mia Vita in Te. Le scene sono state girate nei pressi del Liceo Scientifico e in parte nei locali dell'Azienda Ospedaliera Carlo Poma. In particolare, una ripresa è stata realizzata all'interno della sala donazioni con la presenza di un medico del servizio trasfusionale. APAM ha inoltre messo a disposizione gratuitamente un autobus e un autista per le riprese.

PERCHÉ QUESTO SOGGETTO
Il soggetto è stato scelto perché evidenzia uno dei temi maggiormente presenti negli elaborati dei ragazzi: la paura. Queste figure che accerchiano il protagonista possono rappresentare, nell'immaginario giovanile, non solo le malattie, gli incidenti e tutto ciò che di negativo può capitare nel corso della vita, ma rappresentano anche la paura di donare. L'ambientazione scelta riprende la quotidianità della vita dei giovani e l'autobus simboleggia in qualche modo il viaggio della vita. Chiunque può trovarsi all'improvviso in un vicolo cieco; gli eventi avversi non lasciano la possibilità di scegliere e per quanto si possa scappare ci si trova alla fine a doverli affrontare. Il giovane, ma anche il meno giovane, che teme l'ago o che più o meno consapevolmente rifugge il tema della donazione, invece può scegliere e con la scelta della donazione non solo supera la sua paura, ma può cambiare la vita a qualcuno.

La mia Vita in te è un progetto di educazione alla donazione di midollo osseo, organi, tessuti, cellule e sangue, realizzato in rete le associazioni ABEO, ADMO, AIDO e AVIS, con ASL Mantova, Azienda Ospedaliera Carlo Poma, Ufficio Scolastico Territoriale, Provincia di Mantova e CSVM. L'obiettivo è promuovere la cultura della donazione sul territorio mantovano attraverso la realizzazione di una serie di iniziative integrate su più fronti e attraverso canali diversi, per sensibilizzare l'opinione pubblica alla tematica del dono, intesa come azione di responsabilità civile e comunitaria.

Servizio su Mantova TV

Spot 30"

Spot 70"

FACCIAMO IL PUNTO!

AddThis Social Bookmark Button

Amici, eccoci qui a cercar di aggiornare il sito LA MIA VITA IN TE… Iniziamo da un mea culpa: ci scusiamo e mi scuso in prima persona per la scarsità di argomenti inseriti fino ad oggi. Purtroppo il sito non si basa su un sistema così accessibile ed intuitivo come speravo fosse da inesperta assoluta quando mi sono trovata ad armeggiare con l’inserimento articoli le prime volte.

Quando non si aggiorna un sito da un bel po’ di tempo c’è sempre il problema di come inserire le informazioni: tutte insieme o un po’ alla volta?

Proverò a raccontarvi la storia di questi ultimi mesi, sperando di riuscire così, con un unico articolo facilmente leggibile, a darvi una panoramica del lavoro svolto.

IL MONDO SCOLASTICO E LA MIA VITA IN TE

incontro scuola1
Il 15 Ottobre del 2012 sono partiti ufficialmente gli incontri con gli studenti delle scuole superiori. Ad oggi abbiamo effettuato 87 incontri di 2 ore ciascuno in 16 istituti dell’intera provincia di Mantova, questo nonostante le agitazioni che hanno interessato il mondo dell’istruzione. Gli incontri previsti dal progetto sono strutturati nel seguente modo:

· Classi QUARTE, pacchetto FORMATIVO: 1 incontro sulla cultura del dono + 1 incontro sugli aspetti legislativi della donazione e della morte encefalica. La scelta di trattare il tema della morte encefalica è dovuto alla necessità di affrontare la paura più grande emersa tra i cittadini circa la donazione di organi. ore ciascuno in 16 istituti dell’intera provincia di Mantova, questo nonostante le agitazioni che hanno interessato il mondo dell’istruzione. Gli incontri previsti dal progetto sono strutturati nel seguente modo:

·         Classi QUINTE, pacchetto INFORMATIVO con un solo incontro che tratta gli aspetti medici ed associativi di tutte le donazioni: midollo osseo, sangue cordonale, organi e sangue.

Gli incontri non sono ancora esauriti, nei prossimi mesi chiuderemo i cicli di incontri con le classi dell’ITIS FERMI ed il BONOMI MAZZOLARI di Mantova ed entreremo all’ISA di Guidizzolo.

9695_386325544787166_428822924_n

Le attività nella e con la scuola non finiscono con gli incontri in aula. Un intenso lavoro è stato fatto con la classe IV A dell’Istituto Belfiore di Mantova: attraverso un laboratorio di comunicazione è nato lo spot per La Mia Vita In Te. Le scene sono state girate nei pressi del Liceo Scientifico e in parte nei locali dell'Azienda Ospedaliera Carlo Poma. In particolare, una ripresa è stata realizzata all'interno della sala donazioni con la presenza di un medico del servizio trasfusionale. APAM ha inoltre messo a disposizione gratuitamente un autobus e un autista per le riprese e manderà in onda lo spot su BusTV, il canale tv a bordo dei bus. Il soggetto dello spot è stato scelto perché evidenzia uno dei temi maggiormente presenti negli elaborati dei ragazzi: la paura. Le figure che accerchiano il protagonista possono rappresentare, nell'immaginario giovanile, non solo le malattie, gli incidenti e tutto ciò che di negativo può capitare nel corso della vita, rappresentano anche la paura di donare. L'ambientazione scelta riprende la quotidianità della vita dei giovani e l'autobus simboleggia in qualche modo il viaggio della vita. Chiunque può trovarsi all'improvviso in un vicolo cieco; gli eventi avversi non lasciano la possibilità di scegliere e per quanto si possa scappare ci si trova alla fine a doverli affrontare. Il giovane, così come il meno giovane, che teme l'ago o che più o meno consapevolmente rifugge il tema della donazione, può invece scegliere e con la scelta della donazione non solo supera la sua paura, ma può cambiare la vita a qualcuno.

ariston ass virgilio


Ancora in ambito scolastico, l’11 gennaio 2013 il progetto è entrato anche e per la prima volta, in una scuola media, a Campitello. Dopo la presentazione dello stesso, gli studenti che il 1° Giugno 2013  parteciperanno all’organizzazione dell’evento "Insieme si può" con i volontari locali delle associazioni hanno scelto di devolvere eventuali fondi raccolti in quell’occasione proprio a LA MIA VITA IN TE.Altra importante iniziativa è stata quella del Liceo Virgilio, a Novembre 2012 i ragazzi hanno dedicato l'Assemblea d'Istituto alla donazione. Biennio e Triennio hanno assistito alla proiezione del film “La custode di mia sorella” e discusso di donazione con Matteo e Francesca. Lei, studentessa del Liceo Virgilio, malata di mielodisplasia leucemizzata curata grazie alla donazione di cellule staminali da parte di Matteo, il fratello. Il racconto di Francesca e Matteo, pur parlando di una donazione tra consanguinei, non esattamente quella promossa dal progetto LA MIA VITA IN TE che tratta di DONAZIONE SOLIDARISTICA VOLONTARIA, ANONIMA e GRATUITA, è stato importante per far visualizzare come le problematiche della malattia e della donazione non siano cose lontane, ma possano colpire anche persone vicine, conoscenti, ognuno di noi. Allo stesso modo la donazione, che può spaventare ed essere ignorata perché vista come troppo impegnativa e spaventosa, può in realtà rappresentare un gesto il cui rapporto costi (tempo, esami, attenzione per la salute, ago, prelievo) – benefici (possibilità di guarigione del ricevente) pesi decisamente sui benefici e porti a definire il donatore come un “eroe”.

ariston matteo francesca

Interessante a questo punto notare come i primi a provare imbarazzo di fronte a questa attribuzione di eroicità siano i donatori stessi, consapevoli di aver fatto un gesto di immensa importanza manifestando coi fatti l’interesse per un altro meno fortunato e sconosciuto, gesto che percepiscono, però, in un certo senso come ordinario o dovuto a chi non ha la fortuna di star bene. Visto il successo e la risonanza che ha avuto quest’iniziativa del Liceo Virgilio, anche l’Istituto Strozzi di Mantova il 18 Aprile ospiterà il progetto LA MIA VITA IN TE, FRANCESCA e MATTEO per parlare della loro esperienza e della donazione.

passando di fiore in fiore

Infine, sono state consegnate alle Direzioni Didattiche di Asola e di Castel Goffredo le cartellette del progetto pilota “Passando di fiore in fiore” destinato all’ultimo anno della scuola d’Infanzia ed al primo della Scuola Primaria. La collaborazione della Dirigente Scolastica, Dott.ssa Luisa Bartoli, è stata eccezionale, come crediamo lo sarà quella delle maestre che porteranno avanti con iniziative personalizzate le attività che avranno come filo conduttore la favola di Mielina, strumento didattico per introdurre, con un linguaggio semplice, un argomento serio e complesso come quello della donazione, per diffondere la consapevolezza che sostenendosi a vicenda è possibile superare ogni difficoltà e che anche un piccolo gesto può cambiare una storia e regalare nuova speranza. Gli elaborati creati dal lavoro degli alunni verranno presentati alla fine dell’anno scolastico cercando di coinvolgere la comunità tramite l’attività delle associazioni del dono locali per veicolare, non solo tra i bambini e le loro famiglie, ma tra tutti i cittadini i valori universali della coesistenza: Amicizia, Amore e Solidarietà.

 

 

LA MIA VITA IN TE SUL TERRITORIO

fierasanluca castel

Parallelamente all’attività nelle scuole, il progetto LA MIA VITA IN TE punta molto sul TERRITORIO. Il 20 Ottobre 2012 in occasione della fiera di San Luca di CASTEL GOFFREDO le associazioni del dono locali hanno collaborato costituendo insieme un banchetto informativo. Lo stesso tipo di collaborazione è saltata a causa del maltempo a Redondesco, dove l’11 Novembre si prevedeva la presenza di un banchetto unico in occasione del Terzo mercatino di San Martino.
informativo distretti
La decisione delle associazioni locali di Castel Goffredo e Redondesco di collaborare nella promozione della donazione a 360° in occasione di fiere e feste ha preceduto l’attività chiave del nostro progetto per quest’anno: il coinvolgimento attivo delle reti associative locali.
Per ottenere questo coinvolgimento abbiamo predisposto un incontro INFORMATIVO per ogni distretto socio-sanitario – Asola, Guidizzolo, Mantova, Suzzara, Viadana, Ostiglia – al fine di informare tutti i volontari sulle attività del progetto finanziato dal Bando Volontariato 2012 e presentare loro il percorso FORMATIVO destinato ai volontari che intendessero sfruttare le opportunità offerte dal progetto collaborando a rendere lo stesso più efficiente in base alla conoscenza specifica del territorio che solo i volontari locali possono avere. I sei incontri informativi sui singoli distretti si sono svolti tra il 16 Gennaio ed il 1°Febbraio 2013.

527064_502199119839886_1425047642_n

Per il percorso formativo si è deciso di effettuare un’unica giornata di formazione intervallata o seguita da un momento conviviale a base di risotto, gentilmente offerto dai volontari delle Avis del paese in cui si tiene l’incontro. Abbiamo quindi accorpato i distretti destinando Asola e Guidizzolo all’incontro diurno del 6 Aprile, proseguendo il 20 Aprile con l’incontro diurno per i distretti di Mantova, Suzzara, Viadana ed Ostiglia, per concludere con un incontro serale previsto per il 3 Maggio cui potranno partecipare tutti i volontari che non abbiano avuto l’occasione di essere presenti agli incontri diurni.

Questi incontri, una volta esposte tutte le informazioni sulle diverse tipologie di donazione, sulle attività già avviate dal progetto e sulla rete di collaborazione, si chiuderanno con la costituzione di reti informali di distretto, che verranno guidati da un tutor verso la condivisione di materiale informativo ed attività nella prospettiva di consentire ad ogni associazione maggior visibilità e maggiore capacità di arrivare ai cittadini con messaggi chiari e coerenti sulla donazione.

 

 

Ragazzi, quanta roba! Il lavoro è stato e sarà anche nei prossimi mesi molto impegnativo!

Speriamo di incontrarvi tutti alle giornate mantovane della donazione che ci vedranno impegnati in una tre giorni di attività a GIUGNO 2013. Partiremo il 14 Giugno con un convegno sulla donazione del cordone ombelicale destinato ai medici dove presenteremo ufficialmente il nuovo impegno assunto dalla rete LA MIA VITA IN TE su questo tema, il 15 saremo con gli studenti al Chiringuito per festeggiare la chiusura dell’anno scolastico e valorizzare l’attività svolta dagli studenti offrendo a tutti l’aperitivo e dando la possibilità di cenare insieme e proseguire la serata ad oltranza ed, infine, il 16 chiuderemo con una camminata in città a Mantova. Siete tutti invitati!! 3 giornate per 3 donazioni, coraggio Mantova: se doni o non doni ci cambi la vita. Davvero!!!

 

INCONTRI FORMATIVI sul progetto

AddThis Social Bookmark Button

LA MIA VITA IN TE e BANDO VOLONTARIATO 2012

Partono gli INCONTRI FORMATIVI SUL PROGETTO per i volontari delle associazioni locali

 

Gentili Dirigenti e Collaboratori,

siamo lieti di comunicarvi che siamo finalmente pronti ad iniziare il percorso formativo sul progetto LA MIA VITA IN TE. Considerando il numero di adesioni raccolte nei diversi territori, abbiamo scelto di effettuare due incontri diurni ed uno serale secondo le seguenti date:

  1. INCONTRI DIURNI:

·         06 Aprile 2013 per i distretti di Guidizzolo ed Asola presso la sede AVIS-AIDO di Guidizzolo,  Piazza Alessandro Dalprato, 2/B Guidizzolo.

·         23 Aprile 2013 per i distretti di Mantova, Suzzara, Ostiglia e Viadana presso AVISPARK, via Gandhi 3, Cerese di Virgilio.

  1. INCONTRO SERALE:

·         03 Maggio 2013 incontro serale di recupero destinato ai volontari interessati al percorso formativo che non abbiano avuto modi di partecipare agli incontri diurni, presso AVISPARK, via Gandhi 3, Cerese di Virgilio..

Gli incontri saranno strutturati nel seguente modo:

  • Incontri Diurni del 6 e 23 Aprile 2013:

8.30 ingresso partecipanti

9.00 inizio lavori

11.00 coffee break

11.30 inizio seconda parte

13.30 risotto

  • Incontro Serale di Venerdì 3 Maggio 2013:

17.30 ingresso partecipanti

18.00 inizio lavori

20.00 risotto

20.30 inizio seconda parte

Il percorso formativo dedicato ai volontari del territorio risponde all'obiettivo del progetto consistente nell'informare correttamente le associazioni locali sul progetto, con l'obiettivo di renderle protagoniste dello stesso e prime fruitrici del lavoro di rete e degli ottimi risultati che esso porta.

Per portare a termine tale obiettivo pensiamo di creare con voi delle reti informali a livello locale dandovi la possibilità e le informazioni necessarie per consentirvi di sfruttare la rete centrale di progetto e le iniziative strutturate già attive e produttive. L'idea è che voi possiate agire senza aumentare necessariamente il monte ore di volontariato, ma sfruttando in modo nuovo le ore che già dedicate allo stesso e la vostra preziosa conoscenza della specifica realtà locale.

Chiunque fosse interessato a saperne di più e non si fosse ancora iscritto, potrà leggere i sottostanti documenti sul progetto e scaricare il modulo di adesione da spedire entro almeno 2 settimane dalla data dell'incontro formativo cui si intende partecipare.

 

Documenti:

Cartelletta completa LA MIA VITA IN TE e BANDO VOLONTARIATO 2012

Breve Relazione LA MIA VITA IN TE

Scheda Adesione al percorso formativo

 

 

Statistics

Tot. visite contenuti : 78299
Realizzazione Asitech S.r.L.